Aspirapolvere ciclonico e multiciclonico: come funziona e come sceglierlo

aspirapolvere ciclonico funzionamento

L’invenzione dell’aspirapolvere ciclonico, e poi in seguito quello multiciclonico, spetta a James Dyson. Si narra che il famoso inventore e imprenditore non sopportasse più il suo vecchio aspirapolvere. Quel sacchetto che si riempiva faceva calare continuamente l’aspirazione. Iniziò a smontarla e modificarla, e dopo centinaia di prototipi vide la luce il primo aspirapolvere ciclonico. In pratica riprodusse il principio di funzionamento di un ciclone industriale. In questo articolo vedremo come funziona un aspirapolvere ciclonico. Cercheremo di non approfondire troppo concetti di fisica, ma allo stesso tempo dare una spiegazione tutt’altro che superficiale. Vedremo i tipi di aspirapolvere ciclonico, la sua manutenzione e i modelli migliori.

funzionamento aspirapolvere ciclonico

 Quella che vi presentiamo è probabilmente l’innovazione più importante nel mondo delle pulizie domestiche. Questa tecnologia ha eliminato i sacchetti, diventando il sistema  più diffuso nei moderni modelli di aspirapolvere. Apparentemente semplice, il metodo racchiude principi di fisica e aereodinamica piuttosto complessi.

La figura ci aiuta a capire come funziona un aspirapolvere ciclonico. L’aria, insieme a qualsiasi tipo di sporco entra nel bidoncino per effetto di un’elica che crea la depressione. Il flusso viene forzato a correre sulle pareti del contenitore, come in un vero e proprio ciclone. Lo sporco, più pesante dell’aria anche se di pochissimo, viene influenzato dalla forza centrifuga e spinto verso il basso del bidoncino. Un buon aspirapolvere ciclonico trattiene particelle davvero piccole. Vedremo tra poco quanto questo sia importante, sia per l’efficienza dell’aspirazione, che per la durata e la manutenzione dell’aspirapolvere. Le particelle sottilissime non posseggono la massa necessaria per essere spinte verso il basso. È qui che entra in gioco il sistema di filtrazione.

Aspirapolvere ciclonico con filtro HEPA

L’aria più pulita che passa nella parte centrale del ciclone viene mandata a un pre filtro. Questo ha il compito di preservate il motore e le parti meccaniche. In un aspirapolvere ciclonico che funziona bene, niente più grande di 500 nm  dovrebbe raggiungere il filtro. capiamo bene che più un aspirapolvere ciclonico è efficiente e meno si richiede la pulizia o la sostituzione di questo filtro.

A questo punto l’aria già filtrata dal primo filtro attraverserà un’altra fase di filtrazione. Tutto quello che uscirà dall’ultimo filtro verrà rimesso nella nostra casa. Per questo motivo sarebbe bene che il filtro finale fosse certificato HEPA. Questi filtri studiati per persone allergiche e sensibili alla polvere, catturano 99.97% di particelle fino a 3 micron. Ti consigliamo di leggere il nostro articolo di approfondimento.

Aspirapolvere multiciclonico

aspirapolvere multiciclonico come funziona

Nell’aspirapolvere multiciclonico, l’aria, prima di passare per il primo filtro, viene convogliata verso un’altra serie di cicloni più piccoli. Questi hanno il compito di accelerare  ulteriormente il flusso. In questo modo anche le particelle più piccole vengono spinte verso il basso, e accumulate nel bidoncino di raccolta. La capacità di filtrare l’aria aumenta, e ai filtri arriverà aria ancora più pulita. 

In questo modo diminuisce la necessità di manutenzione e pulizia dell’aspirapolvere. Risulta invece aumentata la potenza d’aspirazione e la capacità filtrante. La Dyson è leader mondiale nello sviluppo e ricerca di soluzioni per il mondo degli aspirapolvere. La necessità di diminuire la pulizia dei filtri, ha portato l’azienda a sviluppare i sistema Cynetic Dyson. Per approfondire guarda il nostro articolo: perché scegliere un aspirapolvere Dyson.

Aspirapolvere ciclonico: come scegliere il migliore

Per capire come scegliere un aspirapolvere, dobbiamo innanzitutto riflettere sull’uso che dobbiamo farne. Se ad esempio avete degli animali domestici, è bene scegliere un aspirapolvere specifico per i peli, magari con spazzola rotante. Mentre un aspirapolvere studiato per i tappeti avrà anche altre caratteristiche che lo rendono idoneo. La scelta può sembrare complicata, anche per questo vi invitiamo a leggere la nostra guida. Inoltre esistono molteplici tipologie di aspirapolvere. Per esempio potreste scegliere un aspirapolvere ciclonico a batteria, per avere più praticità e manovrabilità. Oppure potreste optare per un aspirapolvere ciclonico con filo, se avete ampi spazi e non volete preoccuparvi dell’autonomia. 
È complesso cercare di stilare una lista dei migliori aspirapolvere ciclonici. In questo articolo vi daremo alcuni consigli. Divisi per tipologia troverete alcuni dei prodotti più validi presenti al momento sul mercato.

Aspirapolvere ciclonico con filo

Dyson Cinetic Big Ball

aspirapolvere ciclonico con filo

Partiamo col presentarvi il miglior aspirapolvere ciclonico con filo presente sul mercato. Un aspirapolvere a traino molto comodo e dalle impressionanti prestazioni d’aspirazione. Il design costruttivo, oltre che dargli una linea da film futuristico, lo rende pratico in quanto dotato di antiribaltamento. 

La spazzola motorizzata si regola automaticamente alla tipologia di superficie da aspirare. Ha un contenitore per lo sporco da 0.8 Lt, che si svuota con un click. La filtrazione è efficientissima grazie ad un filtro Hepa ad alta efficienza e alla tecnologia multiciclonica. Inoltre la tecnologia brevettata Cinetic Dyson aumenta le prestazioni e diminuisce la possibilità dei filtri di sporcarsi .
Adatto per i possessori di animali domestici in quanto dotato di spazzola motorizzata. L’aspirazione è davvero potente con consumi ed efficienza energetica molto ridotti. L’unico vero difetto è il prezzo, che lo rende un prodotto di nicchia e non accessibile a tutti. Gli Accessori forniti sono davvero tanti, e si adattano ad ogni necessità di pulizia. 

Aspirapolvere ciclonico Rowenta

aspirapolvere ciclonico rowenta

La Rowenta propone un aspirapolvere ciclonico economico ma con caratteristiche davvero ottime. Disponibile anche nella versione parquet e con kit dedicato a peli di animali. Ha un contenitore per la polvere molto capiente, e un sistema di filtraggio della polvere efficiente.

Un design davvero accattivante ma anche pratico, grazie anche al sistema antiribaltamento. Le ruote in gomma lo rendono utilizzabile anche su pavimenti delicati. L’aspirazione è buona, e la qualità dei materiali è garantita dal noto brand tedesco. Certamente si tratta di una macchina a tecnologia ciclonica di fascia inferiore rispetto al modello precedente. Rimane comunque un prodotto molto valido ad un prezzo più accessibile. Vi invitiamo a guardare altri modelli di aspirapolvere a carrello con filo.

Aspirapolvere ciclonico a batteria

I migliori aspirapolvere senza fili, hanno un comfort e una praticità superiore a qualsiasi aspirapolvere di tipo tradizionale. Le batterie al Litio sono diventate sempre più performanti e affidabili. Questo ha permesso di unire versatilità ad una maggiore autonomia. In ogni caso, oltre a tutte le altre caratteristiche, cercate di capire se l’autonomia che offre il prodotto è sufficiente per i vostri spazi. Di seguito vi proponiamo alcune soluzioni che abbiamo testato e riteniamo molto valide.

Aspirapolvere multiciclonico Dyson

aspirapolvere multiciclonico Dyson

L’aspirapolvere senza fili Dyson V11 era l’aspirapolvere verticale a batteria più potente sul mercato fino all’uscita del nuovo modello Dyson V15. 
Il Dyson V11 rimane un concentrato di tecnologia. Veramente versatile, si trasforma da scopa elettrica a comodo aspirapolvere portatile. 

Ha un filtro HEPA lavabile e tecnologia multiciclonica,  Vi consigliamo la versione Absolute Extra in quanto dotata anche di spazzola a rullo morbida, quindi adatta ai pavimenti delicati. Durata della batteria in modalità eco di circa 60 minuti. Adattamento automatico della potenza in base alla superficie aspirata. Il peso è di circa 3 Kg. Il prezzo è di fascia alta, ma ricordiamo che è uno dei migliori sul mercato.

Aspirapolvere ciclonico Tineco

aspirapolvere ciclonico Tineco

Senza dubbio uno degli aspirapolvere multifunzione più validi al momento. Il rapporto qualità prezzo di questo prodotto non teme concorrenza. Completamente componibile, si trasforma in un comodo aspirapolvere portatile adatto a qualsiasi uso. Inoltre ha una serie di accessori molto completa: con spazzola per pavimenti duri e moquette. Ha un filtro HEPA lavabile. La durata delle batterie è di circa 50 minuti. (una di scorta!!). Il bidoncino di raccolta dello sporco di discreta capacità. Il Tineco A11 Master ha un’elevata potenza d’aspirazione grazie a una tecnologia ciclonica all’avanguardia.

Aspirapolvere ciclonico Xiaomi

Aspirapolvere ciclonico Xiaomi

Le recensioni del Xiaomi G10 sono davvero buone.
Questo aspirapolvere a batteria Xiaomi ha un motore potentissimo dotato di  ben 12 cicloni, in grado di generare una potenza di 150 airwatt.(Guarda come si misura la potenza di un aspirapolvere)
Schermo di controllo a led, 3 livelli di potenza, anche con adattamento automatico della potenza a seconda della superficie da pulire. Dotato di filtro HEPA lavabile  e tanti accessori utilissimi, in particolare la turbospazzola per capelli e peli. Quest’ultima è dotata del validissimo dispositivo anti groviglio. Autonomia di 60 minuti in modalità minima.

Aspirapolvere ciclonico portatile

La tecnologia ciclonica non si applica unicamente ai modelli più grandi. L’evoluzione tecnologica e tecnica ha permesso di inglobare questa tecnologia anche nei migliori aspirabriciole e mini aspirapolvere. Segue un valido esempio.

Aspirabriciole ciclonico Black Decker

 Compatto ed economico questo valido prodotto è idoneo alla pulizia di briciole, peli di animali e liquidi. Con tecnologia ciclonica e contenitore dello sporco rimovibile. L’affidabilità e la robustezza sono garantite dal noto brand tedesco.

Come pulire un aspirapolvere ciclonico

come pulire un aspirapolvere ciclonico

La prima cosa da fare per mantenere pulito ed efficiente il vostro aspirapolvere ciclonico è svuotare il bidoncino di raccolta prima che questo sia eccessivamente pieno. L’affidabilità di questi prodotti è elevatissima, e li abbiamo visti operare nelle peggiori condizioni di pulizia. Nonostante questo, continuare a pulire con un bidoncino intasato, può condurre a eccessiva sporcizia nei filtri e a danneggiamenti.

Come posso pulire dentro un aspirapolvere ciclonico?

Una volta rimosso il contenitore possiamo pulirlo con un panno in microfibra asciutto.
Laviamo successivamente il contenitore nel lavandino con acqua calda e sapone, e lasciamo asciugare. Questo impedirà la formazione di cattivi odori.

Pulizia dei filtri di un aspirapolvere ciclonico

Prima o dopo il pre filtro e il filtro HEPA andranno sostituiti. Fate riferimento alle tabelle fornite dal costruttore per la sostituzione. Molte volte sembrano apparentemente puliti, ma sono intasati da micro particelle completamente invisibili. Tenete presente, che per un uso normale, dovrebbero essere sostituiti una volta l’anno.
Generalmente i filtri possono essere lavati con acqua. Fate attenzione durante questa operazione perché i materiali sono particolarmente delicati. Lasciate asciugare completamente prima di rimettere i filtri nel vostro aspirapolvere ciclonico.