Aspirafoglie: I modelli migliori

aspirafoglie a batteria elettrico e a scoppio

Le foglie sono bellissime in autunno, e specialmente quando danzano nell’aria con il loro colori cangianti. Ma il romanticismo  finisce non appena vi accingete a pulire il giardino o il vostro passaggio pedonale.
In questo articolo vedremo come un aspirafoglie con soffiatore può facilitarvi in questo ingrato compito. Personalmente ho raccolto le foglie in modo tradizionale per anni, usando il rastrello e poi cercando di buttarle in un sacco che non sta mai aperto. Il risultato è tanta fatica e parecchio tempo perso.
Esiste un modo pratico e veloce per raccogliere le foglie? Certo, ora possiamo utilizzare un soffiatore molto potente per radunarle in un mucchio. E successivamente aspirarle in un sacco dopo averle sminuzzate per bene. Vediamo insieme qual è la tecnica ottimale e i migliori prodotti in commercio.

Come pulire le foglie velocemente e senza fatica

Molti di voi sono sicuramente a conoscenza dell’esistenza dei soffiatori portatili. Questi utili e potenti strumenti, li abbiamo visti utilizzare spesso per la pulizia delle strade. Ma da qualche tempo sono disponibili con una funzione in più. Molti di essi sono sia potenti soffiatori, che aspirapolvere per le foglie. Ecco che con gli strumenti di giardinaggio adeguati, mantenere il cortile e il vialetto liberi dalle foglie, può diventare un compito perfino divertente.

Aspirafoglie: consigli per l’utilizzo

Se avete poche foglie da aspirare, per esempio in una piccola aiuola o un vialetto, allora potreste utilizzare direttamente la funzione di aspirapolvere. Viceversa, se avete un giardino grande e grosse quantità di foglie da raccogliere, è meglio prima radunare tutte le foglie usando la funzione di soffiatore. Vi consigliamo di indossare degli occhialini di protezione e una mascherina durante l’utilizzo. Questi aspirapolvere per foglie possono fare una discreta polvere anche durante l’utilizzo come aspirafoglie.
La maggior parte di questi dispositivi è idonea alla raccolta di foglie bagnate. Tuttavia, potendo scegliere, sarebbe bene aspirare foglie asciutte, o almeno assicuratevi di pulire bene l’aspirapolvere dopo l’utilizzo. Questo per evitare che le foglie marciscano e creino brutti odori. Attenzione a non aspirare rametti troppo grandi o altri detriti. Tutte le macchine per la pulizia delle foglie hanno delle eliche che possono rovinarsi con un uso improprio.

Aspirapolvere per foglie: come scegliere

A scoppio, con cavo o batteria?

La prima scelta da fare è tra motore a scoppio, aspirapolvere con cavo oppure a batteria. L’aspirafoglie con motore a scoppio ha un’autonomia pressoché illimitata e grande versatilità d’utilizzo. Di contro potrebbe richiedere più cura e manutenzione. Mentre sappiamo che quello con cavo risulterà un poco meno pratico da usare, e quello a batteria avrà mediamente meno potenza ma grande praticità. Anche il prezzo può variare parecchio. Valutate il tipo di lavoro in cui lo dovrete impiegare, la superficie e la quantità di foglie. Impiegate del tempo a verificate i dati forniti dal costruttore.

Caratteristiche da valutare

Potenza di aspirazione: la potenza di un aspirafoglie è determinata dalla quantità di aria che è in grado di incamerare, misurata in m³ al minuto, e dalla velocità con cui l’aria passa, misurata in metri al secondo.
Potenza di soffiaggio: esattamente come la potenza d’aspirazione, la potenza di soffiaggio è determinata dalla combinazione tra la quantità di aria che passa e la velocità della stessa.
Un aspirafoglie dovrebbe avere la possibilità di regolare le potenza.
Rapporto di riduzione del volume: praticamente di quanto si riduce il volume delle foglie dopo essere state sminuzzate. Potrebbe essere da 10:1 fino a 16:1. Oltre a non essere presente in molti prodotti, questo parametro è spesso sovrastimato. Prendetelo come un’indicazione di massima.

Altre funzioni e caratteristiche

Come sempre consigliamo un prodotto di marca. Oltre a essere più affidabile vi garantirà di trovare pezzi di ricambio anche dopo parecchio tempo. Valutate attentamente anche la durate della garanzia e le condizioni per esercitarla.
Guardate anche gli accessori che vi forniscono. Ad esempio in alcuni modelli sono presenti degli snodi e prolunghe per pulire le gorne. Altri vi forniscono dei sacchi di ricambio per le foglie. Altra caratteristica da valutare è se necessitano di smontare tubi per passare da soffiatore ad aspirapolvere, e quanto pratica sia questa operazione. Sono più affidabili quei prodotti che hanno eliche in metallo, in quanto più resistenti e si rompono meno di quelle di plastica.
Ricordate inoltre che anche la leggerezza è un parametro fondamentale, specialmente se utilizzerete l’aspirafoglie a lungo. 

I migliori Aspirafoglie con soffiatore

Aspirafoglie a scoppio

aspirafoglie con motore a scoppio
aspiratote con soffiatore a scoppio

Alpina propone un aspiratore-soffiatore con motore a scoppio a due tempi. La cilindrata non raggiunge i 30 cc, ma permette ugualmente delle prestazioni notevoli. L’acceleratore consente una regolazione della potenza ottimale. Come soffiatore dispone di una potenza elevata, con i suoi  44 m/s e volume aria 9,3 m³/min. La potenza d’aspirazione non straordinaria ma più che sufficiente per qualsiasi necessità d’uso. 

L’accessorio per passare da soffiatore e aspiratore è facilmente e rapidamente intercambiabile. Il peso è tutto sommato contenuto per essere un modello di aspirafoglie a scoppio. (meno di 5kg)
Le foglie, raccolte e triturate finiscono in un resistente sacco in cordura da 55 Lt. Anche con l’apposita bretella, l’utilizzo prolungato diventa un po’ stancante. Il sacco non trattiene la polvere. Utilizzare infatti una filtrazione maggiore comporterebbe un abbassamento delle prestazioni d’aspirazione. All’aria aperta non è poi cosi fondamentale.

Aspirafoglie a batteria

L’aspirafoglie a batteria è per coloro che vogliono estrema praticità e versatilità d’utilizzo. Il vostro aspirapolvere per foglie con soffiatore, subito pronto e utilizzabile. Come abbiamo già visto in precedenza, con questa scelta ne pagano non tanto le prestazioni, quanto l’autonomina di utilizzo.

L’aspirafoglie Black+Decker che vi proponiamo ha un’autonomi di circa un’ora alla media potenza. Questo vi permetterà di raccogliere un discreto quantitativo di foglie. Vi ricordiamo che potete trovare la versione con seconda batteria per aumentare l’autonomia. Le foglie vengono triturate e aspirate dentro ad un sacco di 45 lt di volume. La potenza di soffiaggio è elevata con quasi 300 Km/h di flusso d’aria. Il peso è di poco inferiore ai 6 Kg. L’affidabilità e la qualità sono garantite da questa nota marca tedesca, che produce da sempre prodotti altamente resistenti. La potenza è regolabile, e questo permette anche di aumentarne l’autonomia.

Aspirafoglie elettrico con cavo

Se utilizzate una prolunga comoda e leggera, l’impiccio di avere un cavo da portare dietro diventerà un problema trascurabile. L’aspetto migliore di un aspirafoglie con filo, è l’autonomia infinita e una manutenzione davvero minima della macchina. Come sempre, per valutare il prodotto, chiedetevi che tipo di lavoro dovrete eseguire. Se avete un piccolo spazio da pulire è molto meglio optare per una soluzione cordless.

Questo aspiratore e soffiatore Bosch ha delle buone caratteristiche tecniche e costruttive. Esattamente come gli altri modelli precedentemente presentati, anche questo dispone di tre funzioni in un unico prodotto. Può aspirare, soffiare e triturare le foglie. Il cambio di funzione è agevole e rapido, grazie anche a un meccanismo di sgancio rapido. La potenza, sempre regolabile tramite manopola, è davvero adeguata ad ogni uso. Il sacco di raccolta è di 50 Lt, con un rapporto di riduzione 12:1. I materiali sono di alta qualità e affidabilità. Molto utile il sovrasacco che permette l’aspirazione di foglie bagnate senza sporcarsi. Il peso, di poco inferiore ai 5kg, lo rende uno dei più leggeri aspirafoglie in commercio.

Se vi piace il verde e per caso siete dei camperisti, avremmo piacere di segnalarvi l’articolo sui migliori aspirapolvere per camper.